Tagliatelle con Zucca e Funghi Porcini

Share

Tagliatelle con Zucca e Porcini

Adoro il colore arancione della zucca e mi attira ancor di più quando arrivano i primi freddi; nella mia mente contorta abbino un colore ad ogni stagione e spesso mi accorgo di venire attratta da certe tonalità in base al periodo dell’anno. C’è chi viene influenzato dall’umore o dalle tendenze ma io funziono così!
Entrando nel negozio ho subito adocchiato la zucca a fette ed è immediatamente finita nel carrellino. Qualche anno fa  la comperai intera, ma togliere la buccia fu una vera impresa, adoperai gli strumenti più strani senza successo e ricordo che ridevo da sola pensando alla sega elettrica.
Da quella volta uso solo zucca a fette e tutto è facile e sbrigativo.
Le tagliatelle con zucca e funghi porcini sono una vera delizia, saporite, profumate, delicate, con pochi ingredienti e semplici da preparare.
Anche questa volta ho adoperato dei porcini surgelati, sono molto buoni ma sicuramente non quanto quelli che girano per la cucina della mia “amica sorellona”.
Ecco quello che mi tocca guardare senza assaggiare ah ah

Funghi Porcini

Passiamo alla ricetta!

Ingredienti per 4 persone:

500 g. di Tagliatelle
300 g. di Zucca
300 g. di Funghi Porcini
1 Scalogno
Sale Rosa
Prezzemolo
Olio Evo
Parmigiano Reggiano q.b.

Lavare la zucca e tagliarla a dadini, metterla in padella con un goccio di olio evo, sale e scalogno. Coprire la padella e far cuocere fino ad ammorbidirla.
Trasferire la zucca e il liquido che si sarà formato in un mixer, frullare fino a formare una crema vellutata.
Lavare i funghi porcini e cuocerli in un’altra padella con olio, sale e prezzemolo.
Trasferire una parte dei funghi arrivati a cottura nella padella con la crema di zucca e spolverare di parmigiano.
Lasciare insaporire a fuoco spento per una quindicina di minuti e il condimento sarà pronto per ospitare le tagliatelle! Usare il resto dei porcini per arricchire il piatto già condito.  Buon appetito, le tagliatelle con zucca e funghi porcini sono pronte.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *